Per la transizione ecologica, ripartiamo dalla natura – Intervista a Grazia Francescato

Che cosa significa transizione ecologica? Quali principi dovrebbero orientare le azioni tese a trasformare la nostra economia, la nostra società e il nostro modo di vivere per evitare le drammatiche conseguenze del cambiamento climatico? Lo abbiamo chiesto a Grazia Francescato, leader ambientalista, già portavoce del Wwf e dei Verdi, che ci ha parlato dei valori ispiratori della transizione ecologica, delle soluzioni nature-based e di come la creatività e le scienze possano aiutarci, entrambe, a progettare un futuro più sostenibile.

Secondo la definizione della Commissione Europea (che già le aveva inserite all’interno del programma Horizon 2020), le nature-based solution sono “soluzioni ispirate e supportate dalla natura, convenienti dal punto di vista dei costi, le quali forniscono allo stesso tempo benefici sociali ed economici e aiutano a creare resilienza”. All’interno di progetti di salvaguardia o ripristino di un ecosistema, bisogna quindi ispirarsi alla natura, cercando di sfruttare innanzitutto le risorse che l’ecosistema stesso mette a disposizione. L’idea di “ripartire dalla natura” non nega l’importanza dell’innovazione e della tecnologia, perché le risorse naturali – acqua, sole, vento, flora locale, eccetera – possono fruttare migliori risultati se usate in modo “smart”, facendo leva sul sapere ingegneristico, tecnico e tecnologico.

COME NASCE IL BLOG

DITE significa Donne, Innovazione e Transizione Ecologica: temi solo apparentemente distinti, e che si intrecceranno sempre di più in una futura società che voglia essere inclusiva, libera dai pregiudizi di genere, digitale e sostenibile. D’altra parte questi sono anche gli obiettivi al centro del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che vogliamo seguire e presidiare su queste pagine.

DITE è anche uno dei temi protagonisti del nostro evento Digital Italy, durante il quale un tavolo di lavoro sarà dedicato alle relazioni tra mondo femminile, innovazione e rivoluzione green.

Ma il dibattito proseguirà anche oltre il Digital Italy, qui su DITE, che (come il nome suggerisce) è anche un invito alla parola: in questo blog si raccontano e portano il loro punto di vista imprenditrici, rappresentanti delle istituzioni e donne appassionate di digitale. Continueremo a dare spazio alla discussione anche dopo il Digital Italy, sul blog e con un ebook che nascerà dalla selezione di alcuni articoli delle autrici di DITE.





Font Resize
Contrasto