Serve una vera rivoluzione verde: intervista ad Annalisa Corrado

Rivoluzione verde, transizione ecologica, economia circolare, resilienza. Mai come prima d’ora, questi concetti sono di grande attualità. Dagli organi di stampa ai social network, dalla politica agli scaffali delle librerie: le tematiche ambientaliste sembrano essere finalmente uscite dalla nicchia d’interesse in cui storicamente, specie in Italia, erano confinate. Ma davvero si sta formando una nuova consapevolezza, che porterà a una vera rivoluzione ecologica, o queste parole tanto di moda rischiano di restare sulla superficie dell’apparenza, prestandosi a operazioni di greenwashing? E che cosa significa davvero “resilienza”, per il nostro Pianeta? 

Lo abbiamo chiesto ad Annalisa Corrado, responsabile new business development di AzzeroCO2, società romana (nata nel 2004 per iniziativa di Legambiente e Kyoto Club) che si occupa di sviluppo sostenibile. Ingegnera meccanica con un PhD in energetica, è anche  responsabile delle attività tecniche e coordinatrice del progetto #GreenHeroes di Kyoto Club, un’iniziativa lanciata da Alessandro Gassman. Annalisa Corrado è anche autrice del libro “Le ragazze salveranno il mondo. Da Rachel Carson a Greta Thunberg: un secolo di lotta per la difesa dell’ambiente”, edito da People.

Fra i ritratti di paladine della rivoluzione verde, dipinti da Corrado, ce n’uno che all’autrice sta particolarmente a cuore… Ne parliamo con lei in questa intervista.

Possiamo sperare in una vera rivoluzione verde? Lo abbiamo chiesto ad Annalisa Corrado di AzzeroCO2
COME NASCE IL BLOG

DITE significa Donne, Innovazione e Transizione Ecologica: temi solo apparentemente distinti, e che si intrecceranno sempre di più in una futura società che voglia essere inclusiva, libera dai pregiudizi di genere, digitale e sostenibile. D’altra parte questi sono anche gli obiettivi al centro del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, che vogliamo seguire e presidiare su queste pagine.

DITE è anche uno dei temi protagonisti del nostro evento Digital Italy, durante il quale un tavolo di lavoro sarà dedicato alle relazioni tra mondo femminile, innovazione e rivoluzione green.

Ma il dibattito proseguirà anche oltre il Digital Italy, qui su DITE, che (come il nome suggerisce) è anche un invito alla parola: in questo blog si raccontano e portano il loro punto di vista imprenditrici, rappresentanti delle istituzioni e donne appassionate di digitale. Continueremo a dare spazio alla discussione anche dopo il Digital Italy, sul blog e con un ebook che nascerà dalla selezione di alcuni articoli delle autrici di DITE.





Font Resize
Contrasto