LA SETTIMANA DIGITALE
scegli la categoria
La settimana digitale – Dubbi e incertezze per la seconda parte dell’anno

Le GAFA pubblicano i dati trimestrali e vengono convocate dal Congresso USA. L’Italia si prepara ad individuare i migliori strumenti per gestire la ripartenza: tra le prime attività, regolamentazione e disciplina dello smart working e realizzazione dell’ e-commerce per le PMI.

La settimana digitale – Recovery Fund e Digital Italy

Potenziamento delle infrastrutture, riduzione del digital divide, green economy ed introduzione delle tecnologie emergenti a sostegno delle persone: sono queste le principali aree innovative in cui verranno investite le risorse previste dal Recovery Fund.

La settimana digitale – Il Decreto Semplificazioni

Netflix e Huawei pubblicano i risultati relativi al secondo trimestre fiscale del 2020 mentre in Italia il Decreto Semplificazioni diventa legge. Gli USA rispondono alla web tax europea e l’Antitrust indaga sugli smart assistant.

La settimana digitale – Il Rapporto Istat e il mercato della pubblicità digitale

L’Istat pubblica il Rapporto annuale 2020 secondo cui in Italia i potenziali smart workers sono circa 8,2 milioni; per TrendMicro in Italia 3 lavoratori da remoto su 4 hanno sviluppato più consapevolezza sulla cybersecurity. In difficoltà la pubblicità digitale di Google e Facebook: interviene l’Antitrust inglese.

La settimana digitale – Il crollo del PIL e il dibattito sullo smart working

FMI stima che nel 2020 il PIL italiano diminuirà del 12,8%. Dal primo agosto lo smart working tornerà ad essere volontario ma rimane molto apprezzato dai dipendenti. Per la prima volta Google potrebbe vedere diminuire le revenue provenienti dal digital advertising.

La settimana digitale – La Fase 3, gli Stati Generali e l’indice DESI

E’ con le riunioni degli Stati Generali, l’attivazione ufficiale dell’app Immuni e i dubbi su un’eventuale rilancio di Industria 4.0 (che potrebbe diventare Impresa 4.0 Plus) che l’Italia riparte davvero.

La settimana digitale – PIL ancora in calo e boom di installazioni per Immuni (ma non per tutti gli smartphone)

Bankitalia e Istat continuano a rivedere al ribasso le stime del PIL per il 2020 mentre parte il contact tracing in Italia: se da un lato per Immuni è boom di download, dall’altro l’app non è compatibile con tutti gli smartphone.

La settimana digitale by TIG – Interminabile duello USA – Cina

Nel 2020 la spesa globale IT subirà un calo dell’8% su base annua, durante la quarantena è volato l’e-commerce ma gli italiani temono di subire truffe online. Nel frattempo la trade war si è spostata sui chip. Continua il braccio di ferro USA-Cina.