SOSTENIBILITà E DIGITALE NEL MODELLO DI INNOVAZIONE ACEA
Sostenibilità e Digitale nel modello di Innovazione Acea

Economia circolare, sostenibilità ambientale, efficienza energetica, digitalizzazione: sono questi i concetti chiave da cui far partire i nuovi modelli di riqualificazione urbana, per arrivare ad avere smart cities che siano in equilibrio tra esigenze di modernità e ambiente.

Per una multiutility come il Gruppo Acea, favorire questa innovazione è sempre più sfidante. Ne parlerà Silvia Celani, Head of Innovation di Acea, presentando il modello seguito per realizzare un ecosistema collaborativo sui temi della sostenibilità ambientale, il prossimo 30 giugno 2021 nel corso della web conference “LA CITTA’ SOSTENIBILE. Il Digitale per Governare le Reti dell’Energia, della Mobilità, dei Trasporti e della Logistica” organizzata da The Innovation Group.

A fronte di 615 mln di euro di investimenti in innovazione e tecnologia (previsti nel piano industriale 2020-2024), il Gruppo Acea punta allo sviluppo di numerosi progetti innovativi per i territori in cui è presente.  Il modello di Innovazione di Acea per una crescita sostenibile si basa sul concetto di Open Innovation che coinvolge tutto l’ecosistema su tematiche centrali nella sostenibilità quali tutela della risorsa idrica, economia circolare ed energy transition.

La costante e crescente collaborazione con i partner dell’ecosistema ovvero: Università, PMI innovative, enti del terzo settore, startup, acceleratori, centri di ricerca e PA rende Acea un player di riferimento nel contesto delle E&U per lo sviluppo di progetti altamente innovativi che mettono al centro la crescita sostenibile delle nostre città e le trasforma in smart cities.

Alcuni esempi di progetti altamente innovativi e sostenibili sono sicuramente:

  1. WAIDY: la piattaforma che grazie alla digitalizzazione di 6000 punti di erogazione di acqua potabile attivi nei territori serviti dalle società idriche del Gruppo Acea in Italia e alla loro geolocalizzazione rende possibile individuare quelli più vicini, conoscerne la storia e la qualità dell’acqua erogata con uno sguardo attento alla sostenibilità. In che modo?
  • Incentivando l’utilizzo di contenitori refill e contribuendo alla riduzione della plastica monouso;
  • Mettendo in rete punti di erogazione attraverso un sistema intelligente detto “smart water grid” che consente di rilevare malfunzionamenti, guasti e parametri qualitativi e quantitativi dell’acqua erogata.
  1. KAGGLEUn progetto di ‘Smartwater analytic’. Grazie al connubio machine learning & sostenibilità sono stati sviluppati degli algoritmi per ciascuna categoria dei corpi idrici: falde, sorgenti, laghi e fiumi per prevedere la disponibilità idrica nelle fonti di approvvigionamento, ottimizzando la quantità di acqua da prelevare e salvaguardando l’oro blu.

Alcuni esempi di partecipazione a programmi di accelerazione rilevanti in ambito nazionale sulle tematiche Cleantech e Digitalizzazione:

  1. ZERO: Il nuovo acceleratore di startup in ambito cleantech, promosso da CDP, vede Acea come partner insieme a Eni, Maire Tecnimont e Microsoft con il fine di accelerare progetti finalizzati a minimizzare l’impatto carbonico, agevolare la riduzione delle emissioni, e ottimizzare il ciclo dei rifiuti velocizzando i processi di transizione energetica e favorendo l’economia circolare.
  2. CIRCULAR 4 RECOVERY: la Call for Projects lanciata da Marzotto Ventures lo scorso dicembre insieme con l’Università Campus Bio-Medico di Roma, di cui Acea è partner insieme a Cisco, Enel, Ferrovie dello Stato, Maire Tecnimont e IBM con l’obiettivo di selezionare e supportare progetti imprenditoriali orientati allo sviluppo di tecnologie, soluzioni e servizi innovativi e a basso impatto ambientale e sociale in 5 Key Focus Areas dell’Economia Circolare: Circular Bioeconomy, Circular Water Economy, Circular Energy Economy, New Circular Life Cycles e Circular City & Land.

Il modello seguito da Acea per promuovere un’innovazione ecosostenibile si basa su una serie di azioni:

  • l’attivazione di un Innovation Board che definisce e realizza, in maniera condivisa, la strategia d’innovazione del gruppo
  • spazi di lavoro dedicati allo sviluppo di innovazione e un programma di corporate innovation
  • un rafforzamento dell’area Technology & Solutions di Acea, che gestisce la linea di innovazione di gruppo e promuove il modello di innovazione che individua i bisogni interni del Gruppo e ricerca soluzioni innovative, con approccio di open innovation
  • la costituzione della società Acea Innovation, impegnata nell’ideazione, realizzazione e sviluppo di servizi e prodotti innovativi legati alla transizione energetica e all’economia circolare, in particolare servizi tecnologici smart, mobilità elettrica, efficienza energetica e Smart Comp
  • sessioni di idea generation per diffondere una cultura dell’innovazione coinvolgendo tutte le persone del gruppo
  • partnership a livello nazionale e internazionale per rafforzare il posizionamento di Acea nell’ecosistema dell’innovazione e identificare nuove opportunità di business
  • l’analisi e la sperimentazione di soluzioni innovative provenienti da startup e PMI.

Silvia Celani, Head of Innovation di Acea, sarà tra gli Speaker della Sessione AMBIENTE, ECONOMIA CIRCOLARE, ENERGIA INTELLIGENTE della web conference TIG del prossimo 30 giugno.

Consulta QUI l’Agenda dell’Evento e Registrati per non perdere la possibilità di partecipare!