ARCHIVIO
Il mercato digitale nel golfo dell’incertezza

Il Coronavirus sta avendo un impatto drammatico non solo a livello sanitario, umano e sociale, ma sta anche determinando la più grave crisi economica globale dell’ultimo secolo. 

La settimana digitale – I dati Istat e le trimestrali. Continuano i dubbi su Immuni

Settimana di trimestrali per le tech company, probabilmente le più attese di sempre considerata la situazione. Tra luci ed ombre la vera scommessa continuano ad essere i servizi: vola Microsoft (grazie a Teams ed Azure) mentre deludono gli utili di Amazon.

PIL e Mercato Digitale: inversione di trend?

Riparte il Digital Italy Program di The Innovation Group. Il primo tema discusso ha riguardato le prospettive di crescita del mercato digitale in un contesto economico sempre più turbolento. Rilanciare (e digitalizzare) l’Italia vuol dire innanzitutto intervenire su vecchi problemi strutturali del Paese.

La settimana digitale: PIL, Data Tracing e Trimestrali

Supera le aspettative la trimestrale di Netflix, per la prima volta il governo pubblica le stime ufficiali sull’andamento del PIL in Itala, prevedendo un calo dell’8%. E’ polemica sull’app “Immuni” e le Regioni si stanno attrezzando per offrire in maniera autonoma servizi di telemedicina.

Coronavirus: la tecnologia al servizio della “nuova” normalità

A seguito della pandemia di Coronavirus in corso, l’Italia, oltre alle terribili perdite in capitale umano, è destinata ad attraversare la crisi più difficile dal secondo dopoguerra, peggio di quella del 2008  nata dalla crisi dei mercati finanziari e poi trasferita nell’economia reale.

La settimana digitale – PIL, data tracing e mercato digitale

Si discute ancora di data tracing, continuano ad essere aggiornate le previsioni sull’andamento del Pil in Italia nel 2020 mentre il Garante Privacy avvia un’istruttoria per fare luce sulla vicenda Inps.

Mercato digitale: incognite e incertezze in un contesto di crescita economica pari a zero

Quella causata dal coronavirus è una situazione di cui non si riesce a prevedere la fine: l’emergenza che sta già duramente mettendo alla prova diversi settori dell’economia globale, avrà delle ricadute non trascurabili anche per l’economia italiana e soprattutto per le eccellenze del Made in Italy.

Font Resize
Contrasto