Nata nel 1990, l’Associazione italiana della Comunicazione Pubblica e Istituzionale è l’unica associazione in Italia dedicata esclusivamente ai comunicatori pubblici che operano nel e per il sistema delle Amministrazioni e degli Enti pubblici.

Da 28 anni si occupa della crescita della cultura della comunicazione nelle PA, comunicazione come funzione strategica e non residuale, organizzata e realizzata nel rispetto di leggi nazionali che vogliono strutture, ruoli e professionalità riconosciute.

Lo scopo di “Comunicazione Pubblica” è di affrontare le questioni legate all’identità professionale, alla formazione e all’esercizio della professione, visti in una chiave d’innovazione e cambiamento, sempre al servizio dello Stato e della collettività.

Dal 2014, è l’unico soggetto autorizzato dal Ministero dello sviluppo economico a qualificare, ai sensi di legge, il comunicatore pubblico. La qualificazione di comunicatore pubblico, rilasciata dall’Associazione, ai sensi di legge e con modalità di valutazione approvate dal MISE, è a tutti gli effetti un documento valido ai fini della posizione di lavoro presso l’Ente pubblico di riferimento.

Oggi, adeguandosi alle nuove formule d’incontro professionale, organizza corsi e laboratori professionalizzanti e COM.Lab-Comunicazione e tecnologie per l’innovazione.

Diffonde una newsletter settimanale con la quale raggiunge oltre 13.200 iscritti volontari.

“ComPubblica” inoltre partecipa a diversi tavoli istituzionali nazionali ed è punto di raccordo per la “Conferenza italiana di Scienze della comunicazione”.