DIGITAL TRANSFORMATION NELL’INDUSTRIA ITALIANA: A CHE PUNTO SIAMO?
Digital Transformation nell’industria italiana: a che punto siamo?

N. Aprile 2020
 

a cura di
Carmen Camarca, Analyst
The Innovation Group

 

Nel 2019 i principali ambiti innovativi in cui le aziende del settore industriale hanno investito sono stati l’Internet of Things (41%) e il Digital marketing/Social media (41%). È quanto è emerso dalla Digital Business Transformation Survey di The Innovation Group basata su un campione di 145 aziende.

 

Fonte: DBT Survey 2020

 

Tale scenario cambia sensibilmente se si analizzano i progetti innovativi in cui dichiarano di aver investito le aziende appartenenti agli altri settori. [1]In questo caso, per il 2019, i principali ambiti di investimento sono stati:

  • Digital marketing/Social media, indicato nel 39% dei casi, una preferenza espressa anche dai rispondenti dell’Industria[2].
  • Tecnologie di Big Data (35%).
  • Innovazione nello sviluppo del software (32%).

 

Fonte: DBT Survey 2020

 

La trasformazione digitale nell’Industria

Il 54% dei rispondenti appartenenti al settore industriale ritiene che la Digital Transformation abbia impattato “Abbastanza” o “Molto” sul modello di business della propria azienda, una quota che sale al 78% per gli altri settori.

 

Fonte: DBT Survey 2020

 

Da notare, infatti, che tra i rispondenti dell’Industria nessuno ritiene che la trasformazione digitale abbia modificato in maniera significativa (“Moltissimo”) il modello di business aziendale. Si rileva, inoltre, come nell’Industria, rispetto agli altri settori, sia più elevata la percentuale di rispondenti secondo cui la Digital Transformation abbia inciso “Poco” sul business model aziendale (38% contro 17%).

In particolare, per il settore industriale i principali obiettivi attesi dall’implementazione di una strategia di trasformazione digitale in azienda sono una maggiore efficienza/riduzione dei costi operativi e un aumento del livello di innovazione al proprio interno (69%). Tali preferenze vengono espresse anche dai rispondenti degli altri settori (seppur in maniera minore: rispettivamente 53% e 63%) per i quali l’obiettivo principale della trasformazione digitale è la crescita del business (70%).

 

Fonte: DBT Survey 2020

 

Di scarso interesse, invece, per l’Industria la possibilità di differenziarsi dai propri competitor grazie alla trasformazione digitale e di partecipare ad ecosistemi digitali (indicate entrambe dal 6% dei rispondenti). Si tratta di obiettivi non prioritari anche per gli altri settori aziendali da cui però emerge un’attenzione maggiore (rispettivamente 21% e 19%).

Questi risultati sono in linea con i benefici che le aziende del settore industriale si aspettano di ottenere anche dallo sviluppo ed implementazione di approcci di Industria 4.0 al proprio interno.

 

Fonte: DBT Survey 2020

 

Appare evidente, dunque, come l’Industria italiana associ la trasformazione digitale, supportata da adeguate iniziative ed approcci, all’opportunità di migliorare i propri processi interni per offrire una migliore esperienza utente ai propri clienti più che alla possibilità di adottare strategie di differenziazione sui propri competitor. Tuttavia, “trasformarsi” implica innanzitutto ripensare il proprio business in chiave innovativa, un’attività in cui il ruolo dell’Industria, rispetto agli altri settori analizzati, è ancora marginale e che soprattutto in Italia, secondo Paese manifatturiero in Europa, richiederebbe un impegno maggiore.

 

 


[1] Per “Altri settori” si fa riferimento ad un campione di 123 aziende appartenente ai settori No Profit/Ricerca/Salute/PA, Servizi alle aziende/Professionali, Finanza, ICT, Media/Servizi TLC, Logistica.

[2] Per Industria si intende un campione di 22 aziende appartenente ai settori Fashion, Industria, Beni di consumo, Utilities/Energia.