NEWSLETTER - IL CAFFE' DIGITALE
Le due anime di Microsoft riusciranno a convivere?

ViolaA cura di Ezio ViolaManaging Director, The Innovation Group

Recentemente vi è stato il lancio, da parte di Microsoft, di Windows 10 come piattaforma unificante PC, Tablet, Mobile ed il lancio di nuovi PC e notebook con marchio MS: con i tablet, i nuovi modelli Lumia e i wearable si completa così l’ecosistema MS per il mercato consumer; con l’apertura di Microsoft Store si crea inoltre una situazione di competizione diretta con Apple e Google. Indubbiamente MS non è in posizione dominante nel mercato consumer e, anche se la sua quota di mercato negli smartphone e nei tablet è certamente cresciuta in alcuni paesi ed anche in Italia, deve comunque fare ancora molta strada per poter dare veramente fastidio alle aziende concorrenti.
Su un altro fronte va ricordato che Apple, con le alleanze di IBM e Cisco, incomincia a dare segni evidenti che il mercato enterprise diventa strategico, mercato dove MS ha sempre dominato con le piattaforme Windows e Office.

Microsoft si trova così davanti ad una sfida molto impegnativa, che potrà comportare anche scelte strategiche di grande rilevanza: come mantenere il proprio dominio nel mercato enterprise e contemporaneamente fare aumentare la propria presenza su quello consumer, sviluppando un modello di business che faccia convivere, in modo sinergico, un nuovo modello di go to market consumer che sia convincente, senza indebolire il go to market verso le imprese, in particolare quelle medio grandi.

Microsoft, ad esempio, deve convincere, in tempi non troppo lunghi, le imprese a migrare su Windows 10 come piattaforma unificante, in modo da integrare facilmente i mondi applicativi desktop e mobile con i Sistemi Informativi centrali e con i servizi cloud sempre più diffusi in azienda. Il fattore vincente potrebbe essere ancora il “vecchio” MS Office che, non solo è ancora una grande cash cow ad alti margini, ma è ancora il vero fattore “legacy”, grazie al quale le imprese non hanno mai abbandonato Windows per altre piattaforme. Ma si è visto che al lancio degli ultimi modelli di smartphone e delle release di IOS di Apple, la prima suite applicativa disponibile, mostrata dalla stessa Microsoft, è stata proprio la versione di Office 365 per IOS, segno evidente del peso crescente dell’anima consumer.

Categorie
FOCUS CYBER
IL CAFFÈ DIGITALE - ARCHIVIO
@TIG_italia