NEWSLETTER - IL CAFFE' DIGITALE
Regione Liguria, PA locale, Imprese, Comunità scientifica, Associazioni e Cittadini protagonisti al “Liguria Digital Summit”

N. Febbraio 2019

a cura di Alberico Vicinanza
Territory Manager Roma e
Reponsabile PA Centrale e Locale,
The Innovation Group

 

Al Great Campus di Genova nella sede di Liguria Digitale lo scorso 13 dicembre si è svolta la prima edizione del “Liguria Digital Summit” promosso da The Innovation Group in collaborazione con Regione Liguria, Comune di Genova e Liguria Digitale.

E’ stato un successo che ha visto la partecipazione di oltre duecento persone al Summit, il quale ha dato vita ad un serrato confronto tra istituzioni locali, aziende del settore, comunità accademico-scientifica, associazioni territoriali e cittadini, teso a stimolare l’insediamento a Genova e in Liguria di nuove aziende del settore (presenti alla convention Cisco, China Telecom, Huawei, Iren, Rulex, BBBell, Digital Tree) della new economy, a fare il punto sui risultati raggiunti, a valorizzare e rendere pubbliche le migliori pratiche di sviluppo e innovazione e a tracciare i percorsi e le sinergie di crescita e di sviluppo per Genova e la Liguria.

Secondo Giancarlo Vinacci, Assessore allo Sviluppo e promozione economica del Comune di Genova: “il Summit ha raggiunto l’obiettivo di definire ed identificare dal punto di vista strategico e operativo i possibili percorsi  attraverso cui iniettare le risorse dell’economia della conoscenza, di cui Genova è ricca, in un tessuto economico indebolito dalla crisi delle grandi industrie del passato, per rilanciare lo sviluppo in un’area che si posiziona naturalmente come la piattaforma logistica del Nord Italia”.

Inoltre: “una città e una regione dalla logistica complicata come Genova e la Liguria – spiega Vinacci – sono in qualche modo obbligate a scommettere sulle infrastrutture digitali. Per questo le istituzioni locali sono impegnate a favorire l’insediamento sul nostro territorio di aziende di livello mondiale che operano nel settore digitale irrobustendo ulteriormente il già significativo distretto innovativo che fa perno sul Great Campus degli Erzelli”.

“Crediamo nell’innovazione e nelle potenzialità delle nostre imprese e start up – ha dichiarato Andrea Benveduti, Assessore allo Sviluppo economico della Regione Liguria, che ha aperto insieme a Vinacci i lavori della Convention. “Genova e la Liguria – prosegue Benveduti – hanno una lunga tradizione nell’alta tecnologia e pensiamo che essa possa rappresentare una chiave di volta importante anche per lo sviluppo futuro del nostro tessuto produttivo. L’innovazione e il digitale sono una grande opportunità anche per settori appartenenti alla nostra tradizione, come l’artigianato locale di eccellenza”.

Il Presidente di The Innovation Group, Roberto Masiero, ha invece sottolineato l’impegno strategico della società da lui presieduta “su Genova e la Liguria, ideale piattaforma logistica al centro del Mediterraneo. La presenza consolidata di grandi imprese e Istituzioni scientifiche, come l’Istituto Italiano di Tecnologia, e il forte sostegno delle Amministrazioni Locali svolgono un ruolo determinante – secondo Masiero – per la diffusione dell’economia della conoscenza come elemento propulsore dell’intera economia ligure. Per questo abbiamo intrapreso un lavoro di scouting per favorire l’insediamento di grandi aziende multinazionali del digitale in questo territorio”.

Al Liguria Digital Summit il confronto tra i soggetti attivi nell’innovazione istituzionale, organizzativa e tecnologica della Regione Liguria, della PA locale e delle imprese del territorio è stato molto articolato: in apertura una sessione plenaria dedicata al digitale come condizione dello sviluppo dell’economia regionale.

I lavori del Summit sono, poi, proseguiti con due sessioni tematiche rispettivamente intitolate: “Le priorità dell’Agenda Digitale nella Regione Liguria, intelligenza artificiale, robotica, infrastrutture, big data e cybersecurity” e “Genova al Centro dell’Economia della Conoscenza”.

Tra i relatori della prima sessione tematica è tra gli altri intervenuto l’amministratore delegato di BBBell, Simone Bigotti il quale ha affermato che: “la soluzione vincente per poter superare la condizione di digital divide delle aree più isolate del territorio ligure, a giudizio del primo operatore di telecomunicazione wireless del Nord Ovest, sia quella di avere una soluzione tecnologica combinata che preveda l’approvvigionamento di banda in fibra ottica sulle dorsali per poi diffondere il servizio attraverso le tecnologie wireless ad alta capacità, modello già adottato da BBBell con successo da oltre 15 anni”.

Nella seconda sessione tematica molto apprezzato è stato l’intervento di Ilaria Cavo, Assessore Comunicazione, Formazione, Politiche Giovanili e Culturali della Regione Liguria la quale ha affermato che: “Occorre un’azione tesa a ridurre il gap di competenze digitali nella nostra regione che non può più essere rimandata. In tale direzione abbiamo elaborato un modello di orientamento nelle scuole, incentrato sulle competenze digitali, che parte dalle elementari, sottoscritto da tutte le regioni italiane e sottoposto recentemente al vaglio del Ministro dell’Istruzione. Inoltre, nel Piano Giovani, che stiamo per portare in Giunta, si prevede che il digitale e l’innovazione sia uno dei settori prioritari del bando che vale complessivamente ventisette milioni di euro”.

Nella sessione plenaria: “Le eccellenze industriali del territorio ligure, le aziende piattaforma e nuovi ecosistemi digitali”, sono intervenuti tutti i Poli e Distretti di innovazione regionali: il Polo Regionale di Innovazione “Energia-Ambiente e Sviluppo Sostenibile”; il Polo Ligure della Scienza e della Vita; il Distretto Ligure delle Tecnologie Marine e, infine, il Distretto Tecnologico Ligure sui Sistemi Intelligenti Integrati e le Tecnologie, i quali hanno presentato le attività principali svolte dalle aziende associate a supporto delle imprese, per promuovere uno sviluppo industriale sostenibile realizzato in concerto con le strutture regionali, nei Cluster nazionali e nel contesto europeo.

Alla sessione plenaria conclusiva del Summit intitolata: “La Liguria come piattaforma logistica del Nord Italia e le Autorità di Sistema portuali, il ruolo abilitante del digitale”, ha peraltro preso parte Fabio Florio, Business Development Manager di Cisco Italia, il quale ha sottolineato nel suo intervento che: “a seguito dell’accordo siglato a maggio con Comune di Genova e la Regione Liguria stiamo gestendo un importante programma di formazione rivolto a 4.000 studenti degli istituti tecnici, abbiamo aperto lo sportello virtuale di Bolzaneto e stiamo operando con Liguria Digitale per il consolidamento dei dati e la cyber security. Siamo confidenti che l’accordo in scadenza a fine 2019 verrà rinnovato. Come azienda – ha concluso Florio – percepiamo qui in Liguria un ambiente molto favorevole allo sviluppo di nuove iniziative grazie al lavoro sinergico e allineato di tutte le istituzioni”.

Il Presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, ha concluso i lavori del Liguria Digital Summit dichiarando che: “ricerca, sviluppo e tecnologie rappresentano pilastri su cui si deve fondare la nuova Liguria, un modello di sviluppo che deve guardare ai settori che sono in grandissima espansione tra cui l’innovazione dei processi e dei prodotti legati alle nuove tecnologie e al digitale”.

Categorie
FOCUS CYBER
IL CAFFÈ DIGITALE - ARCHIVIO
@TIG_italia