BLOG
Oracle presents. A lezione di Intelligenza Artificiale

Lo scorso 22 maggio a Milano, presso la Fondazione Feltrinelli, si è tenuto l’evento “ExplAIn your tomorrow, today – Artificial Intelligence@Work“. Durante la mattinata Oracle ha presentato la propria visione e il posizionamento sul mercato dell’intelligenza artificiale, lasciando spazio a partner e clienti per parlare di esperienze concrete in Italia.

Cloud e Intelligenza Artificiale. È questa, oggi, la combinazione perfetta per il successo delle aziende, in tutti i settori: il “gotha” dell’innovazione difatti è guidato proprio da quelle imprese che, a partire dai dati e dalla capacità di valorizzarli al meglio, stanno modificando interi settori e dinamiche competitive. I grandi nomi, sempre più spesso portati ad esempio, come Netflix, Spotify o Amazon, cominciano però a lasciare spazio anche ad altre realtà, in alcuni casi ancora poco note, ma che stanno sviluppando modelli degni di vere e proprie data- driven enterprise. E alcune di queste sono italiane ed erano presenti all’evento per raccontare la propria esperienza, anche grazie alla tecnologia di Oracle.

È su questi temi che si è soffermato Stefano Maio – Country Sales Leader Big Data, Analytics & ML di Oracle – nella sua introduzione alla mattinata. In particolare, tre sono gli elementi  che possono aiutare a comprendere meglio l’impegno dell’azienda verso un nuovo modo di pensare il dato e di utilizzarlo. In primo luogo, il recente annuncio dell’acquisizione di Datascience.com, una piattaforma a supporto dei team di Data Science dentro e fuori l’azienda. Non bisogna poi dimenticare l’impegno di Oracle nel progetto OpenItaly, il primo sales accelerator italiano per startup innovative. E, infine, il supporto che l’azienda sta dando al Corso di Laurea Magistrale in Data Science dell’Università Bicocca, coordinato dal Professor Carlo Batini.

FOTO. Alcuni momenti dell’evento ExplAIn your tomorrow, today – Artificial Intelligence@Work

L’impegno di Oracle in questo ambito è orientato a diffondere una cultura positiva del dato, anche al di fuori dell’azienda, che consenta di superare quel sentiment negativo che oggi spesso ruota attorno al concetto di intelligenza artificiale. D’altra parte, come ha ricordato Luisella Giani, esperta Oracle EMEA di Artificial Intelligence, “È quando funziona bene che l’IA non fa più paura”: e da questo punto di vista che le tecnologie Oracle possono essere utili. Come si inserisce però l’intelligenza artificiale nell’offerta Oracle? La società di Redwood non vede l’IA come qualcosa di autonomo, una linea d’offera “indipendente”, ma è una “feature” che entra in tutti i prodotti e servizi dell’azienda, in una logica di embedded AI.

L’intelligenza artificiale arriva in fabbrica: il caso di Bitron Electronics

Tra le esperienze e i case study presentati, non manca l’attenzione al tema di Industria 4.0 e del potenziale che il digitale e i dati possono avere per il settore manifatturiero e le sue imprese anche in Italia. E anche in questo ambito Oracle dimostra di essere attiva in particoalre con la testimonianza di Federico Perrero, Plant Manger di Bitron. Ferrero ha infatti raccontato il successo del progetto ZeroDefectLine, grazie al quale sono stati in grado di raccogliere, gestire e analizzare i dati provenienti dagli impianti per garantire un monitoragio in real time della line di produzione. Grazie ai dati e all’intelligenza artificiale, Bitron è quindi riuscita ad aumentare in modo significativa la qualità dei prodotti, riducendo la frequenza e il numero deille componenti difettose e risparmiando di conseguenza sui costi di produzione.

Customer Obsession: sapere tutto dei propri clienti grazie all’AI

Altro ambito in cui l’intelligenza artificiale e l’analisi avanzata dei dati sta generando interesse e, di conseguenza, un numero maggiore di references ad alto profilo, è quello del marketing e del Customer Relationship Management. A questo riguardo, particolarmente interessante è il caso di Moleskine, brand iconico italiano di taccuini e agende di viaggio, che grazie alla tecnologia di Oracle è stato in grado di fornire ai propri utenti un’esperienza di eCommerce in linea con le aspettative di una “Moleskine Experience”.

 

Di questi temi e delle iniziative e dell’esperienza di Oracle nell’ambito dell’Intelligenza Artificiale si parlerà anche durante l’AI Tech Conference, l’evento organizzato da The Innovation Group anche grazie al supporto di Oracle Italia, che si terrà il prossimo 5 luglio a Milano.

 

Camilla Bellini

@camilla_bellini