Internet of Things e Big Data Summit
Internet of Things e Big Data Summit

EXPO_PAYOFF_ITA_CMYK_POS-patrocinio300x200-v2

“The Internet of Things can be a game-changer for the world’s economies—accelerating productivity, overcoming infrastructure gaps and driving innovation.”

Chris Allen Vein, Chief Innovation Officer for Global ICT Development, World Bank

L’IoT è la prossima rivoluzione nel futuro di Internet abilitata da sensori a costi sempre più ridotti e da tecnologie ICT sempre più avanzate. L’IoT è alla base della nuova rivoluzione tecnologica che sta attraversando molti settori industriali, rendendo prodotti e oggetti digitali e “smart”, connettendoli con persone e luoghi e generando contesti ed esperienze diversificate: in questo nuovo scenario, mondo fisico e digitale si integrano e si ibridano sempre più.

Non solo la vita personale, la produttività del lavoro e le modalità di consumo cambieranno in modo radicale, ma i prodotti stessi, diventando “smart”, produrranno dati e informazioni che a loro volta potranno generare nuovi servizi e ricavi per chi li produce e porta sul mercato: i prodotti e, in prospettiva, le aziende che li offrono si configureranno sempre più come piattaforme di servizi a valore aggiunto. Settori prima distinti si estendono, si intersecano e generano nuovi ecosistemi (fisici e digitali) e filiere di creazione del valore, che porteranno al riposizionamento strategico e competitivo aziende appartenenti non solo ai settori dell’high tech e digitali, ma anche ai settori economici tradizionali.

Tutto questo è già in atto ed è ancora più evidente dal fatto che, in diversi Paesi in tutto il mondo, sono partite iniziative strategiche di politica industriale in un ottica IoT: si pensi ad esempio alla Germania, che con il progetto Industrie 4.0 ha stanziato 200 milioni di Euro di investimenti per l’innovazione tecnologica nel settore manifatturiero; o alla Gran Bretagna, che investirà 125 milioni di dollari in ricerca sull’IoT; o, ancora, alla Cina dove il governo ha dichiarato che l’IoT è una delle “Emerging Strategic Industry”.

D’altra parte, la rivoluzione dell’IoT tocca diversi cluster tecnologici: gli Wearable Devices, le Connected Cars, le Connected Homes, le Connected Cities e, forse quella più radicale, l’Industrial Internet. Molti settori di conseguenza stanno investendo in IoT come l’automotive, il settore delle Utilities, i trasporti e la logistica, la sanità, oltre ai settori tecnologici direttamente impattati dal lato dell’offerta.

D’altra parte, il valore economico dell’IoT non è legato solo alla crescita esponenziale degli oggetti e dei sensori e in generale delle “smart things”, ma anche (e forse soprattutto) alla capacità di utilizzare la mole di Big Data e di informazioni prodotte, integrandoli nei flussi informativi interni ed esterni all’azienda, e di analizzarli estraendo valore per il business e per chi li utilizza: l’IoT può in questo modo diventare una realtà profittevole per le aziende e realizzare i vantaggi di produttività che stanno diventando sempre più necessari per mantenere il posizionamento delle aziende in uno scenario competitivo in rapida evoluzione.

Inoltre, lo stack tecnologico e applicativo dell’IoT è sempre più diversificato e in forte evoluzione. Oltre alle tecnologie abilitanti per la rete, le comunicazioni, l’M2M networking, la sensoristica, i microcontroller e i sistemi software embedded, occorre guardare con attenzione anche alle nuove architetture software per l’integrazione dei dati e dei SI aziendali (transazionali e gestionali) con le Operation Technology di impianto. A questo riguardo, nuove architetture di Data Base Management e IoT Analytics, Streaming Data Management & Mining, Smart IoT Cloud Platform Services, IoT Application Development Platform, si stanno sempre più diffondendo, entrando anche nel mercato italiano.

A chi si rivolge:

  • Software manufacturers (OS, applications, embedded software, open data, data visualization), Open Source included
  • System Integrator
  • Service Provider
  • Aziende settore Manufacturing (Automotive, Machinery, Aerospace & defense, HighTech & Electronic, Pharma, Chemical, Food)
  • Aziende settore Utilities (Energia, Elettricità, Acque)
  • Aziende di TLC
  • Settore finanziario
  • Pubblica Amministrazione (Istruzione, Sanità)
  • Pubblica Amministrazione Locale
  • Aziende che si occupano di Smart Building
  • Settore servizi (trasporti, logistica, supply chain)
  • Design companies (product, interaction, service and Visualization)

Figure aziendali:

• CxO
• ICT Manager/ICT Director
• Business Manager (LOB)
• Innovation Manager/Director
• R&D Manager
• Responsabili Organizzazione
• etc.

 

International Keynote Speaker
THOMAS USLÄNDER, VP Internet of Things, Head of Department Information Management and Production Control, Fraunhofer IOSB, Germany

 

 
Responsive Menu Image